ALTROCIOCCOLATO: AL VIA LA CAMPAGNA “BOCCHE SPORCHE, COSCIENZE PULITE”

#bocchesporche

Per ricordare che il cacao è più buono quando non calpesta i diritti dei lavoratori

Durante lo scorso week-end, in occasione del festival bolognese “Terra Equa”, Altrocioccolato (la manifestazione umbra dedicata al commercio equo e solidale) ha lanciato la campagna “Bocche sporche, coscienze pulite”. Si tratta di un movimento positivo, che vuole “provocare” dicendo a tutti: ‘sporcati la bocca e fatti una fotografia. Ma fallo con la testa!’

Perché Altrocioccolato, si sa, è schierato dalla parte dei produttori del sud del mondo, delle realtà socio-economiche che sviluppano progetti alternativi di produzione. Contro ogni logica delle multinazionali, delle quali denuncia soprattutto lo sfruttamento dei lavoratori, Altrocioccolato è dalla parte del cacao, sì, ma di quello Equo e Solidale, che non calpesta la dignità dei piccoli produttori e coltivatori. Di un cioccolato che sporca i visi ma tiene pulite le coscienze. Tante foto, dunque, con le bocche piene di crema spalmabile (no, non di Nutella) ma che sorridono, come a voler dire alle multinazionali che il cioccolato è più buono, se non calpesta nessuno.

L’ iniziativa vuole raccogliere più foto e più facce possibili e si concluderà in concomitanza con la prossima edizione di Altrocioccolato, in scena dal 14 al 16 ottobre a Città di Castello (Pg). E per chiunque volesse partecipare, basta scattare un selfie e inviarlo all’indirizzo world@altrocioccolato.it.

 

 

Giovanna Camposeo

IL 16 APRILE, A PERUGIA, LO SPETTACOLO DI DANZA “LA MIA FAVOLA”

locandina evento

L’evento, prima iniziativa dell’associazione “Dance for life”, sarà ospitato al teatro Brecht di San Sisto

Tra i protagonisti un danzatore in sedia a rotelle, oltre alla partecipazione del ciclista disabile Luca Panichi

 

Una raccolta fondi per sostenere il progetto della Onlus “Dance for Life”, nata per aiutare bambini e ragazzi, da 0 a 18 anni, con problemi di salute, fisici ed economici, grazie alle discipline di Gyrokinesis, Gyrotonic e DanceAbility.

Nasce con questo obiettivo “La mia favola”, spettacolo di teatro-danza, ospitato al teatro Brecht di San Sisto, il 16 aprile, alle 20.45, che vedrà al centro della scena il concetto di disabilità, presente nello spettacolo con il danzatore professionista Giacomo Curti, un ragazzo che ballerà in sedia a rotelle con la principessa (la protagonista e presidente dell’associazione, Chiara Rocchi) e con la partecipazione straordinaria dell’atleta disabile Luca Panichi.

Non vogliamo svelare molto – ha affermato Chiara Rocchi – ma il concetto di diversità, in tutte le sue forme, sarà il protagonista de “La mia favola”, anche dal punto di vista della danza”. Lo spettacolo, infatti, vedrà tutti i generi, dalla danza classica al rap, al centro della scena. Tutti i danzatori presenti in palcoscenico saranno uniti da un ‘filo rosso’ che rappresenta l’arte e il senso di appartenenza e che avrà il compito di dimostrare che non esistono barriere e differenze nel mondo dell’arte.

Scopo dell’associazione “Dance for life” è quello di far conoscere l’utilità delle tre discipline nell’ambito della cura e della riabilitazione, oltre che come mezzo di inclusione per bambini con disabilità o disagio sociale.

Il Gyrokinesis e Gyrotonic sono discipline olistiche dove si stabilisce e si mantiene un programma a corpo libero. Nel primo caso si lavora il corpo con esercizi a terra e seduti su sgabelli, mentre nel secondo si lavora con uno strumento chiamato “pulley tower”. Entrambe le discipline vanno a lavorare su tutto il corpo, dall’apparato scheletrico, a quello muscolare e articolare e sono utilizzate da atleti, danzatori, persone con problemi di postura e per tutti coloro che hanno bisogno di una ginnastica per combattere lo stress, inoltre sono utilissime nella riabilitazione dopo interventi o incidenti.

La Danceability (R), invece, è arte ed improvvisazione, ed è utilizzata in contesti educativi e culturali diversi, oltre che in laboratori per bambini, adulti, anziani e soprattutto disabili.

 

 

     Giovanna Camposeo

IL 4 APRILE LA GIORNATA NAZIONALE DELLA PERSONA CON LESIONE AL MIDOLLO SPINALE

Ospitata per la prima volta a Perugia con eventi in preparazione anche sabato 2 e domenica 3

 

Per la Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici (FAIP) la giornata nazionale dedicata alla Persona con lesione al midollo spinale (4 aprile) è l’occasione per rilanciare l’attenzione sulla questione della salute per le Persone con lesione midollare stabilizzata.

La giornata nazionale, nata nel 2007 e ospitata per la prima volta quest’anno a Perugia, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è stata presentata a Palazzo Donini a Perugia da Raffaele Goretti, coordinatore del progetto FAIP-Serena Olivi, Vincenzo Falabella, presidente FAIP, Gianni Luca Tassi, consigliere Comitato Italiano Paraolimpico dell’Umbria (CIP) e Claudio Ricci, consigliere regionale.

Durante gli eventi per la celebrazione si affronteranno i temi della qualità della vita, per evidenziare la necessità di garantire servizi, opportunità e diritti in un contesto sociale, politico-economico e sanitario attraversato da una profonda crisi di sistema, che rischia di vedere allontanarsi ancora di più il diritto alla “salute” per le Persone che vivono questa condizione.

Mai come quest’anno – ha affermato Vincenzo Falabella – siamo riusciti a organizzare una tre giorni così intensa. Oltre al consiglio direttivo nazionale e ad una assemblea aperta, ci saranno anche delle iniziative sportive e turistiche in preparazione al 4 aprile”.

Al via sabato 2 aprile con una passeggiata per atleti e semplici praticanti della disciplina di Handbike, accompagnati da ciclisti appartenenti a società umbre, da Perugia a Passignano sul Trasimeno. All’interno di tale iniziativa si svolgerà, a Passignano sul Trasimeno, un incontro per sensibilizzare il tema dello sport e della salute della Persona, al quale parteciperanno le scuole del territorio e personalità della società politica, civile e sportiva.

Si proseguirà domenica 3 aprile con un’altra passeggiata, questa volta per gli appassionati del Triride, con tappe a tema tra sapori e bellezze della Perugia medioevale, che si concluderà con una iniziativa sul turismo accessibile nella “Sala del Grifo e del Leone” di Palazzo dei Priori.

La giornata del 4 aprile, sarà invece ospitata nell’’Aula Rita Levi Montalcini” dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, dove interverranno professionisti e ricercatori del mondo scientifico provenienti da tutta Italia. “Durante questa giornata – ha proseguito Raffaele Goretti – verranno divulgati i risultati della ricerca ‘La salute nella persona con lesione midollare stabilizzata: la rete dei servizi territoriali nella centralità del progetto individuale realtà territoriali a confronto’, condotta dalla FAIP e sostenuta dalla Fondazione umbra ‘Serena Olivi’. Il tema proposto per la giornata nazionale 2016 è orientato a evidenziare la necessità di affrontare sinergicamente e con responsabilità, da parte dei diversi soggetti istituzionali e da parte del mondo associativo, la questione della domanda di salute posta da una platea di Persone che sempre più chiedono di tutelare, promuovere e garantire il bene ‘salute’”.

 

    Giovanna Camposeo

A PERUGIA IL PRIMO CENTRO DI GYROKINESIS, GYROTONIC E DANCEABILITY DELL’UMBRIA

A Perugia il primo centro di gyrokinesis gyrotonic e danceability dell'Umbria (1)

Sono arrivate a Perugia le discipline americane del gyrokinesis (R), gyrotonic (R) e danceability (R), proposte dalla Prof.ssa Chiara Rocchi, danzatrice professionista, diplomata all’Accademia nazionale di danza di Roma, membro del “Conseil International De La Danse” dell’UNESCO e abilitata all’insegnamento di queste tecniche a livello internazionale. Il primo centro in Umbria, messo a disposizione dalla Dr.ssa Sarita Severini che ha creduto in questo progetto sportivo e associativo, si trova a San Sisto, presso il “Centro donna+”,  in via Gerardo Dottori, 71.

Il gyrokinesis (R) e gyrotonic  (R) sono discipline olistiche dove si stabilisce e si mantiene un equilibrio tra individuo e ambiente per portare ad un miglioramento fisico e mentale, dove il primo definisce un programma a corpo libero, mentre il secondo è un’evoluzione del primo ma si va a lavorare con uno strumento, rieducandosi a sentire e a guidare il proprio corpo e le proprie emozioni.

La tecnica della danceability (R), invece, è una tecnica utilizzata in molti paesi del mondo in contesti educativi e culturali diversi, oltre che in laboratori per bambini, adulti, anziani e soprattutto disabili. Questa disciplina, infatti, viene spesso richiesta anche come formazione per operatori sociali, educatori, psicologi, ecc…. La prof.ssa Chiara Rocchi vuol far conoscere questa tecnica come mezzo di inclusione per bambini con difficoltà fisiche e medio-psichiche e porterà a Perugia professionisti del settore, grazie a un progetto dell’associazione no profit “Dance for Life”, di cui è socio fondatore e presidente, creata proprio per raccogliere fondi per aprire, in varie parti d’Italia e all’estero, centri in cui queste discipline andranno ad aiutare bambini minorenni con problematiche di salute, fisiche e di socializzazione.

I corsi intensivi di tutte e tre le discipline sono aperti a tutti su prenotazione, a partire dal mese di gennaio con una formula weekend.

 

 

Giovanna Camposeo

I SYNAPHÉ QUARTET IN CONCERTO A FRANCAVILLA FONTANA

I SYNAPHÉ QUARTET

I sassofonisti si esibiranno il 22 novembre, alle 19.30, presso la basilica della città brindisina

Il concerto in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico della Scuola Musicale Comunale

  

La Puglia e la Calabria, quattro giovani musicisti, quattro scuole sassofoniche diverse. Si potrebbero introdurre così i Synaphé quartet, gruppo nato da poco tempo, con il sogno e l’obiettivo di portare in giro la propria arte musicale legata al sassofono.

E saranno proprio loro, che, domenica 22 novembre, alle 19.30, inaugureranno l’anno accademico 2015/2016 della Scuola Musicale Comunale di Francavilla Fontana, con un concerto – evento presso  la Basilica Pontificia SS Rosario della città brindisina.

Danilo Russo, Vittorio Corasaniti, Pietro Fraietta e Simone Carbone, tutti musicisti professionisti che da anni collaborano con diverse scuole di musica, si esibiranno regalando al pubblico numerosi brani che spazieranno da un genere di matrice classica a ritmi sudamericani, passando per lo stile barocco. A condurre la dottoressa Giovanna Ciracì.

La sintonia del gruppo – spiegano i musicisti – è caratterizzata dalle diverse esperienze e scuole sassofonistiche da cui ogni singolo elemento proviene, tutte esperienze che vengono fatte confluire nel risultato artistico del gruppo, che può vantare padronanza e accuratezza interpretativa nei diversi stili musicali eseguiti nei propri concerti. La ricerca nelle sonorità abbinata alla duttilità del saxofono, riescono a regalare un’intensa esperienza musicale da parte del pubblico dimostrando come un ensemble del genere possa passare facilmente da Bach a Charlie Parker, da Vivaldi a Nicola Piovani, percorrendo 700 ed oltre anni di musica universale”.

Durante la serata interverranno, oltre a Monsignor Alfonso Bentivoglio, rettore della basilica, il Maestro Roberto De Leonardis, direttore del Conservatorio Statale di Musica di Monopoli e il Maestro Antonio Curto, direttore della scuola musicale comunale, numerosi esponenti del Comune di Francavilla Fontana, tra cui: Maria Passaro, presidente del Consiglio comunale, Enzo Garganese, assessore alla cultura e alla pubblica istruzione e Gianluca Budano, dirigente V area comunale.

Per maggiori informazioni sull’evento: www.scuolamusicalecomunale.it

 

 

Giovanna Camposeo

CHIUSA CON SUCCESSO LA XV EDIZIONE DI ALTROCIOCCOLATO

IMG_3604

La festa del cacao equosolidale è andata in scena a Città di Castello per il terzo anno

Più che positive le nuove iniziative: il soul food, la tavolata sociale e il concerto di Rondelli

Si è chiuso il sipario sulla XV edizione di Altrocioccolato, la festa internazionale dedicata alla filiera del cacao equosolidale, andata in scena a Città di Castello, fino a domenica.

Ottimo il bilancio, che riconferma i dati dei precedenti due anni nella città tifernate. Circa 50.000 le presenze (nonostante il tempo incerto e i lavori che hanno ridotto la viabilità della città), 50 i volontari, di cui i 8 provenienti dall’Europa dell’est e una ragazza dal sud della Corea grazie al Servizio civile internazionale e oltre 100 gli espositori, di cui una ventina specifici del cioccolato equosolodale.

Ma il successo va oltre questi dati. Le numerose novità di questa edizione, infatti, hanno raggiunto un riscontro inaspettato. A partire dal ‘Soul food’, grazie al quale i visitatori hanno potuto assaggiare numerose pietanze, anche vegetariane e vegane, preparate esclusivamente con prodotti a km0, biologici e del commercio equo, fino alla ‘tavolata sociale’, che nelle ‘piazze di Altrocioccolato’ ha ospitato incontri e dibattiti sulle tematiche sociali.

Di rilievo anche la presentazione della campagna nazionale “Miseria ladra”, a cura di Libera Umbria, con un evento in collegamento nazionale da tutte le principali piazze d’Italia.

Ampio spazio, come ogni anno, è stato dedicato alla musica e all’arte di strada, con un palco principale in Piazza Matteotti che ha ospitato numerosi gruppi che hanno spaziato dal rock and roll degli anni ‘50 al beat degli anni ‘60 e ’70, mentre lungo il corso è stata allestita una postazione in cui si sono alternate letture, reading, performance artistiche e dj set, oltre a uno spazio interamente dedicato agli artisti di strada, con truccabimbi, trampolieri, giocolieri, mangiafuoco e spettacoli per i più piccoli.

Grande il successo per il concerto di Bobo Rondelli, che ha incantato il pubblico nella meravigliosa cornice del Teatro degli illuminati, dove l’artista livornese ha dato il meglio di sé tra vecchi successi, e nuovi lavori, in un alternarsi di momenti comici e commoventi, tipici dei suoi spettacoli.

Tra le altre iniziative meritevoli di nota le foto di volontari, artisti e spettatori con la faccia sporca di crema alla nocciola per la campagna “Bocche sporche, coscienze pulite”.

Protagonista della tre giorni è stata, comunque, la mostra mercato che ha ospitato stand di importatori, produttori e artigiani cioccolatieri, provenienti da ogni parte di Italia. Ospite d’onore, dunque, il cioccolato, quello equo e solidale, biologico e artigianale.

Giovanna Camposeo

TAGLIO DEL NASTRO PER LA XV EDIZIONE DI ALTROCIOCCOLATO, FINO A DOMENICA A CITTA’ DI CASTELLO

taglio del nastro

A dare il via Lee, la volontaria giunta da più lontano. Presenti gli assessori Cecchini, Carletti, Bettarelli e Secondi

Taglio del nastro per la XV edizione di Altrocioccolato, la manifestazione equosolidale in scena a Città di Castello fino a domenica.

A dare il via alla kermesse Lee, la volontaria giunta da più lontano, dalla Corea del sud.

Presenti poi, oltre a Elide Ceccarelli, presidente di Umbria equosolidale, l’assessore all’agricoltura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, e gli assessori del Comune di Città di Castello Riccardo Carletti, Michele Bettarelli e Luca Secondi.

L’idea di giustizia e la centralità delle persone i due temi che hanno fatto di Altrocioccolato una delle manifestazioni del commercio equo più importanti di Italia, protagonista per il terzo anno nel borgo tifernate.Read more

BOBO RONDELLI IL 17 OTTOBRE A CITTÀ DI CASTELLO PER ALTROCIOCCOLATO

rondelli

L’evento è organizzato da Umbria EquoSolidale e I Tifernauti

L’artista sarà ospite al Teatro degli Illuminati, alle 21, con il suo “Come i carnevali tour”

Sarà l’ospite musicale di punta della XV edizione di Altrocioccolato, la manifestazione equosolidale organizzata a Città di Castello dal 16 al 18 ottobre, con il suo “Come i Carnevali tour”.
Si tratta di Bobo Rondelli, cantautore, poeta, attore e performer, classe 63, che sabato 17 ottobre salirà sul palco del Teatro degli Illuminati della città tifernate, alle 21.
Protagonista della serata il suo ultimo successo, appunto “Come i carnevali”, disco che arriva a due anni di distanza dal precedente “A famous local singer” e decimo nella carriera del cantautore, divisa tra gli Ottavo Padiglione e il percorso da solista.
Prodotto da Picicca e The Cage quest’ultimo lavoro arriva dopo la consacrazione mediatica dell’artista grazie a partecipazioni prestigiose a show televisivi e radiofonici e alla produzione di uno spettacolo interamente dedicato a Piero Ciampi, celebrato recentemente anche da Sky Arte con un docufilm.
L’album vede oltre ai colleghi e amici di sempre in formazione, anche la  collaborazione con Francesco Bianconi, voce e autore dei Baustelle.
Diviso fra divagazioni poetiche e spunti polemici, l’artista livornese si è conquistato da tempo attenzione e tanta considerazione. Le sue canzoni sono specchio di una cultura, quella toscana, che racchiude un modo di essere, cinico e spassionato. “Come i carnevali” è un disco di un uomo innamorato delle assurdità e delle passioni della vita. Troppo sensibile per non subirne la crudeltà, troppo lucido per prenderla sul serio.
Almeno dieci nuove storie, dunque, per la serata che lo vede ospite d’onore a Città di Castello.

I biglietti sono disponibili presso:
“MONIMBO’” di Perugia
“LA BOTEGUITA” di Città di Castello
“Teatro degl Illuminati” (la sera dell’evento)
per info: stampa@altrocioccolato.it

BIOGRAFIA   … Read more

BIO, LOCALE E SOLIDALE: ECCO LA XV EDIZIONE DI ALTROCIOCCOLATO

Mauro Pianesi, Riccardo Carletti, Elide Ceccarelli,  Agostino Cefalo

La manifestazione andrà in scena a Città di Castello dal 16 al 18 ottobre 2015

L’idea della giustizia che sta dietro alle logiche del commercio equo e la centralità delle persone: questi i due temi che hanno fatto di Altrocioccolato una delle manifestazioni del commercio equo più importanti di Italia.

Presentata giovedì 17 settembre da Elide Ceccarelli, presidente di Umbria EquoSolidale, Mauro Pianesi, dirigente del servizio rapporti internazionali e cooperazione dell Regione Umbria, Riccardo Carletti, assessore al commercio e al turismo del Comune di Città di Castello e Agostino Cefalo, uno dei coordinatori, la manifestazione è giunta quest’anno alla sua XV edizione, terza a Città di Castello.

Per il quindicesimo anniversario della manifestazione – ha affermato Elide Ceccarelli – abbiamo modificato la strategia che ci ha caratterizzato fino a ieri. Non abbiamo più un tema per ogni edizione, ma abbiamo deciso di presentarci con il nostro logo e il nostro slogan (‘Dove la giustizia sa di cacao’) nudi e crudi, perchè vogliamo che i principi del commercio equosolidale, basati sull’idea di giustizia, di trasparenza e del rispetto dei diritti umani, siano il fulcro del nosto messaggio”.

Il commercio equo, nato oramai da 25 anni, si distingue da qualsiasi altra forma economica, oltre che per le premesse completamente diverse dal commercio classico (tralasciando l’obiettivo della massimizzazione dei profitti e puntando invece sul prezzo giusto e equo per i lavoratori), anche per il voler favorire la centralità delle persone.

Da questo concetto – ha proseguito Agostino Cefalo – parte l’idea di dedicare questa edizione al clima conviviale che il commercio equo è in grado di creare, partendo da una ‘tavolata sociale’, uno spazio dedicato a convegni e incontri, che nelle ‘piazze di Altrocioccolato’ ospiterà i protagonisti del mondo solidale, oltre a dimostrazioni pratiche e laboratori sul cioccolato, organizzati in tutte le lingue, dall’inglese all’arabo. Si passerà dai laboratori di pasticceria di ‘Libero mondo’ ai racconti sulla produzione del caffè in Chiapas, fino alle degustazioni e gli aperitivi ‘a marchio equosoldale’. Oltre alla tavolata sociale, altra novità dell’edizione 2015 sarà il ‘Soul food’. Nato sulla base dello street food, sempre più in voga negli ultimi periodi, questo progetto vede protagonisti un gruppo di volontari che, grazie alla loro passione per la cucina, proporranno ai visitatori, anche vegetariani e vegani, assaggi di numerose pietanze, preparate esclusivamente con prodotti a km0, biologici e del commercio equo e solidale”.

La tre giorni sarà accompagnata da una colonna sonora che, in piazza Matteotti, spazierà dal rock and roll degli anni ‘50 al beat degli anni ‘60 e ’70, mentre il resto della città sarà animato da artisti di strada, spettacoli per bambini e dj set.

La musica proseguirà in notturna e, sabato 17 ottobre, vedrà Bobo Rondelli come ospite d’eccezione al “Teatro degli Illuminati”, con lo spettacolo “Come i Carnevali”, che sta riscuotendo un enorme successo in tutta Italia.

Tra gli altri eventi di spessore gli incontri nati in collaborazione con la casa editrice “Altraeconomia”, che ospiteranno autori illustri che dibatteranno sui temi della sostenibilità, delle economie solidali, della sharing economy e dell’enogastronomia, e le mostre, come quella dedicata al mondo del cacao e quella sulle “Donne in Palestina”, che, in questo difficile periodo, riescono a portare avanti un progetto di produzione di saponi artigianali.

Largo spazio anche ai più giovani con le ‘isole dei bambini’, piazze in cui confrontarsi con i temi del commercio equo e solidale, grazie a laboratori, giochi, favole burattini e giostre a pedali.

Da non perdere, inoltre, il ‘Choco Museum’, un museo itinerante del cioccolato fatto di cabosse, semi di cacao e materie prime, presentato a Miano durante la Fair trade week. Si tratta di un percorso nel mondo del cacao, tra lati conosciuti e lati oscuri, che termina con un vero e proprio laboratorio, dove si procederà alla lavorazione di una barretta di cioccolato, nello stile modicano (grazie alla collaborazione con i laboratori siciliani di Quetzal-cioccolato modicano equosolidale).

La celebrazione di questi valori darà colore a tutta la manifestazione, dalle note musicali al profumo del cibo, tutto sarà dedicato alla centralità della persona.

Giovanna Camposeo

LA XV EDIZIONE DI ALTROCIOCCOLATO VA IN SCENA A CITTA’ DI CASTELLO DAL 16 AL 18 OTTOBRE

11703115_1070725519611784_1140132706848024984_n

La presentazione il 17 settembre, alle 11, presso la Sala della Partecipazione di Palazzo Cesaroni

Va in scena a Città di Castello dal 16 al 18 ottobre la quindicesima edizione di Altrocioccolato, la festa internazionale dedicata alla filiera del cacao equosolidale.

Scopo della manifestazione è quello di sostenere i valori del commercio equo e solidale, favorendo la conoscenza di un modello di sviluppo alternativo e offrendo ai produttori del Sud del Mondo la possibilità di presentare i frutti del loro lavoro.

L’idea della giustizia che sta dietro alle logiche del commercio equo e la centralità delle persone: questi i due temi che hanno fatto di Altrocioccolato una delle manifestazioni del commercio equo più importanti di Italia.

Ricco il cartellone degli eventi che affiancheranno la tradizionale mostra-mercato: laboratori, convegni, spettacoli e musica accopagneranno, anche quest’anno, i visitatori che arriverranno nella città tifernate.

L’edizione 2015 di Altrocioccolato sarà presentata il 17 settembre, alle 11, presso la Sala della Partecipazione di Palazzo Cesaroni (Piazza Italia, 2), a Perugia.

A presenziare Elide Ceccarelli, presidente di Umbria equosolidale, Mauro Pianesi, dirigente del servizio rapporti internazionali e cooperazione dell Regione Umbria, Riccardo Carletti, assessore al commercio e al turismo del Comune di Città di Castello e Agostino Cefalo, coordinatore della manifestazione.

LA STAMPA È INVITATA A PARTECIPARE